Viaggiando e rispettando il pianeta, è possibile?

Photo Viaggiando e rispettando il pianeta, è possibile?

Il turismo sostenibile si basa soprattutto sulla nozione di scambio e rispetto: rispetto per i vostri ospiti, rispetto della loro cultura e rispetto della natura. Il viaggiatore che desidera essere parte di questo processo deve quindi rispettare alcune regole di buona condotta che volevamo compilare di seguito. Infatti, attraverso l'ignoranza e quindi involontariamente, i turisti possono essere la causa di una serie di impatti negativi sulle popolazioni ospitanti, mentre un viaggiatore ben informato è, al contrario, una garanzia di rispetto per un certo numero di persone. equilibrio e una ricezione favorevole. Allo stesso modo, eDreams oggi consiglia un sacco di piccoli consigli che possono aiutarti a ridurre il tuo impatto sull'ambiente senza intaccare il tuo piacere.

I suggerimenti qui sotto sono ovviamente validi per tutte le destinazioni, tuttavia è necessaria un'attenzione particolare per i paesi con i quali abbiamo una grande differenza culturale.

Prima della partenza

  • In un viaggio è molto meglio se si guarda avanti alla cultura, alla storia e alle credenze della regione che si sta visitando.
  • Prima di partire, documenta anche cosa dovresti fare o evitare per evitare di scioccare le persone locali: a seconda del paese, accarezzando la testa di un bambino, vestendo troppo nudo o troppo ostentato, o baciare in pubblico può essere davvero scioccante per la popolazione.
  • Ricordati di fare acquisti responsabili per inquinare il meno possibile una volta lì, specialmente durante i soggiorni in natura.

Rispetto per la cultura e la popolazione locale

  • Rispetta le diverse culture e tradizioni dei popoli che hai visto, adattati e arricchisci con questa differenza. In effetti, proprio dietro le cose, le civiltà dei paesi ricchi hanno sicuramente molto da riprendersi da certe usanze dei paesi meno sviluppati: il senso di responsabilità nella società, il rispetto per gli anziani, ecc.
  • Quando sei in viaggio, non sei più a casa, ma solo un ospite. L'espressione "il cliente è il re" non è valida nei confronti delle persone che ti danno il benvenuto, un viaggio è lontano dall'essere un prodotto come un altro.
  • Per godere della miseria del paese ospite a fini sessuali è riprovevole. Il turismo sessuale riguarda sia gli atti pedofili sia l'uso della prostituzione in tutte le sue forme. Ricordiamo che la legge di extraterritorialità rivista nel 1998 consente di giudicare un cittadino francese che ha commesso abusi sessuali in Francia e all'estero. Le pene per un abuso commesso su un bambino vanno fino a 10 anni di reclusione e 150 000 € di multa.
  • Infine, sul posto, scegli il più possibile gli alberghi e i servizi offerti dalla gente del posto, e compra prodotti artigianali e regionali, è ovviamente uno dei modi migliori per beneficiare direttamente le popolazioni del denaro del turismo.

Rispetto per la natura

Fauna e flora. Noi non vogliamo essere considerati come coppi, ma incontriamo ancora turisti che fanno qualsiasi cosa non appena sono in natura o in contatto con animali. No, la vita selvaggia non ha niente a che fare con uno zoo. Quindi ricorda alcune prove.

  • Rispetta il silenzio della natura. Parla a bassa voce, in modo da non spaventare gli animali e non disturbare gli altri visitatori.
  • Si prega di non introdurre piante estranee nell'ecosistema della vostra destinazione: alcune isole come la Reunion Island non possono più sbarazzarsi delle cosiddette specie invasive.
  • Non attirare gli animali con il cibo, cambia la loro dieta e può persino essere fatale.
  • Osserva gli animali selvatici a una distanza ragionevole per evitare di spaventarli e cambiarne il comportamento, e non toccarli, per la tua sicurezza e per la loro.
  • Non circondare mai completamente un gruppo o un singolo animale e non stare tra la madre e il bambino. Questo è particolarmente valido per gli elefanti!
  • Non importare animali vivi o morti e non incoraggiare il commercio di pelli, pellicce, avorio, ecc. Queste pratiche contribuiscono in larga misura alla perdita di biodiversità e all'estinzione di specie e sono vietate dagli accordi di protezione delle specie (CITES). Attenzione, rischi grosso se ti trovi con una tartaruga marina o una pelliccia di foca nel bagaglio!